Lettera Aperta

  • PDF

                                                                                                                                                                          

A tutti i Cittadini,
a tutte le Aziende,
a tutte le Associazioni,
a tutte le Istituzioni
di Buseto Palizzolo

Carissimi tutti,

Con la grazia di Dio quest’anno potremo ritornare a celebrare il rito che più di ogni altro identifica la nostra comunità: la Processione dei Misteri con personaggi viventi.
Riprendere dopo due anni sarà senza dubbio difficile. Sarà difficile perché ancora non abbiamo pienamente recuperato la quotidianità.
Per questo abbiamo avvertito la necessità di scrivere questa lettera aperta, perché oggi più che mai la Confraternita ha bisogno del sostegno di tutta la cittadinanza busetana, sostegno che non è mai venuto meno, e di questo siamo grati. La partecipazione attiva di giovani e meno giovani è da sempre stata ammirevole, come generoso è sempre stato il sostegno economico da parte di tutta la comunità.
Tuttavia, risorse umane ed economiche, mezzi e locali sono fondamentali per realizzare quella che, per la sua particolarità, è una delle più originali ed importanti manifestazioni della Settimana Santa.
Invitiamo quindi tutta la cittadinanza busetana, le imprese, le associazioni ad aiutarci a riprendere la nostra tradizione.
Abbiamo bisogno del contributo di tutti, non solo di quello economico. Occorrono trattori, rimorchi e trattoristi, lavoranti per l’allestimento dei quadri e dei costumi, collaboratori per l’assistenza durante la processione.
Confidando nella generosità di ognuno, auguro a ciascuno di voi di vivere cristianamente questo periodo di quaresima nell’attesa della Pasqua di Risurrezione.

Buseto Palizzolo 14/03/2022

                                                                                                                                               Il Presidente
Antonia Minaudo

Chi è online

 3 visitatori online

Lingue

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Facebook

You are here Lettera Aperta